Lingua madre PDF Stampa E-mail
rubriche - Latte nero latte bianco

cop_dean_falkÈ di recente uscito, per i tipi di Bollati Boringhieri, un libro la cui ipotesi centrale, verosimile o meno, mi pare di per sé di una “bellezza” degna di nota.
Sostiene la paleoantropologa Dean Falk, nel suo Lingua madre. Cure materne e origini del linguaggio, che il linguaggio abbia cominciato a svilupparsi in seno al rapporto madre-figli, a partire dalla progressiva assunzione della posizione eretta negli ominidi: tale posizione rese infatti sempre più arduo, per la madre, il mantenere un rapporto di contatto fisico con la prole – non potendo più tenere i propri cuccioli a sé avvinghiati (come nella posizione a quattro zampe tipica delle scimmie antropomorfe) e dovendoli piuttosto appoggiare a terra nel mentre si occupava della raccolta di cibo e quant’altro. Per mantenersi in relazione con i propri figli, le madri cominciarono allora a sviluppare la capacità di emettere suoni, vocalizzi sempre più articolati, così da trasmettere pur nella distanza la propria presenza e tenere saldo il filo della comunicazione.

Al di là della “veridicità” di una simile ricostruzione – si tratta in ogni caso di “congetture” seppur supportate da studi più che approfonditi in materia – ciò che mi pare innanzitutto rilevante è l’immagine in sé, in grado di restituire con grandissima efficacia tutto il valore affettivo e simbolico che, sin dalla sua origine, ha avuto e ha il linguaggio.
Il fatto poi che ciò avvenga all’interno precisamente della relazione madre-figli è anch’essa “notizia” degna di nota, almeno per questa nostra rubrica: non che avessimo bisogno di conferme circa l’elevata “densità affettiva” che si produce tra madri e figli, tuttavia imparare che è proprio nel “guadagnare” una distanza che si possono dare “conquiste” fondamentali – quali quella della nascita del linguaggio – potrebbe dare adito a importanti “ripensamenti” circa le nostre (di madri) strategie di… reciproco attaccamento.

Susanna Fresko

 
Design and SEO by Webmedie
SEO Bredbånd Udvikling Internet