2010 - PrendiTi per mano PDF Stampa E-mail
Attività - Ricerca - azione
Indice
2010 - PrendiTi per mano
La campagna per l'autostima e l'autodifesa
Abstract della ricerca
Tutte le pagine

"PrendiTi per mano" è il titolo del progetto realizzato nel 2010 dall'associazione “Blimunde”, in collaborazione con i comuni di Pioltello, Cernusco sul Naviglio e Vimodrone e con il finanziamento e patrocinio della Regione Lombardia. Con questa iniziativa abbiamo voluto sensibilizzare sul tema della violenza contro le donne, e fornire strumenti per l’autodifesa e l’autostima.
Il progetto si è concretizzato in una campagna sulla sicurezza delle donne. Da un lato, con l'offerta di corsi di autodifesa. Dall'altro, con lo svolgimento di un’indagine quanti-qualitativa volta a indagare la percezione e la valutazione della violenza di genere presso le donne residenti nei comuni coinvolti.

 


CORSI DI AUTODIFESA FEMMINILE

La Campagna informativa per contrastare la violenza contro le donne ha previsto Corsi di autodifesa femminile sul territorio di Cernusco, Vimodrone e Pioltello. Ogni corso si è sviluppato attraverso la spiegazione dei temi della psicologia differenziale dei sessi, della dinamica delle situazioni conflittuali, della psicologia della comunicazione verbale e non verbale, alternando l’esposizione dei contenuti teorici con l’apprendimento di tecniche elementari di arti marziali, con il tirocinio pratico e la discussione in gruppo. Particolare attenzione è stata dedicata alla fenomenologia della discriminazione, del maltrattamento, della molestia e della violenza di genere. La metodologia d’insegnamento adottata ha consentito di apprendere tecniche di base di arti marziali (Ju-Jitsu e Muai-Thai) da parte di ogni donna, indipendentemente dalla corporatura, dall’esperienza, e dalle attitudini personali.

Obiettivo dei corsi: Aumentare la consapevolezza della propria forza, del proprio diritto a proteggersi. Rafforzare l’autostima e la padronanza di sé. La forza che porta a reagire è quella mentale; essa permetterà poi di utilizzare al meglio, secondo le proprie capacità, la forza fisica.

Le insegnanti dei Corsi di autodifesa: Dr.ssa Diana Nardacchione, Dr.ssa Antonella Casini, Dr.ssa

Antonella De Marco; Dr. Claudio Pappagallo

I corsi sono coordinati dall’Associazione “Blimunde-sguardi di donne su salute e medicina” www.blimunde.it

Hanno partecipato donne tra i 20 e i 59 anni e il costo del corso è stato di € 35,00 per 10 incontri.

 


ABSTRACT DELLA RICERCA QUANTI-QUALITATIVA

 

A partire dai presupposti che la violenza contro le donne, detta anche violenza di genere, nelle sue varie forme – stupro, violenza domestica, delitti d’onore e traffico di donne – manifesta i suoi alti costi di salute fisica e mentale; che sempre più spesso essa è riconosciuta come un problema di salute pubblica e una grave violazione dei diritti umani fondamentali; che la violenza contro le donne è, ancora oggi, coperta dalla cultura del silenzio e spesso accettata come un “normale aspetto della relazione di genere”, il nostro lavoro fa prima riferimento ai contributi internazionali e nazionali sul tema e poi si concentra sulla ricerca sul campo, con i seguenti obiettivi conoscitivi:

- esplorare il livello di percezione della sicurezza del proprio Comune;

- indagare la conoscenza del fenomeno della violenza di genere nelle sue varie tipologie;

- quantificare l’incidenza delle esperienze di vittimizzazione;

- misurare il livello di consapevolezza dei fattori di rischio e di protezione.

Dalle interviste condotte con 300 donne residenti nei comuni di Cernusco S/N, Pioltello e Vimodrone sono emersi dati di grande importanza e significatività mostrando sostanziali differenze di percezione, opinione e approccio culturale in relazione al territorio di residenza e all’età.

L’indagine quantitativa è stata seguita da un approccio qualitativo che ha visto la realizzazione di tre Focus group, aventi lo scopo di: a) approfondire alcuni argomenti emersi dai questionari; b) promuovere la discussione e il confronto tra le donne partecipanti ai focus; c) raccogliere le testimonianze sui fatti e le suggestioni verso le azioni da intraprendere, per contrastare la violenza e i maltrattamenti contro le donne.

Tutte le maggiori questioni riguardanti la violenza di genere sono emerse dai focus group con le donne: la dimensione culturale e sociale, quella educativa e comportamentale, la carenza di servizi adeguati, il potere; di grande valore sono i suggerimenti delle partecipanti verso le azioni da intraprendere per contrastare la violenza contro le donne.

Per leggere il rapporto completo, invia una mail di richiesta a associazioneblimunde[at]gmail.com

 
Design and SEO by Webmedie
SEO Bredbånd Udvikling Internet