Natura è cultura

mandalaLa cultura è la natura dell'essere umano? L'opposizione tra naturale e artificiale è forsa una di quelle su cui di nuovo ci giochiamo la libertà del e nel corpo? Ci appoggiamo su queste ipotesi, per camminare lungo la dorsale natura/cultura, costruendo passo dopo passo un sentiero che potrebbe aprire squarci di visione imprevisti sulle contraddizioni della contemporaneità.

La rubrica è aperta a opinioni, pensieri e sollecitazioni. Se ne prende cura Eleonora Cirant, filosofa e giornalista.



L'invenzione della virilità PDF Stampa E-mail
rubriche - Natura è cultura

bronzi_di_riace_2Sto partecipando a una lezione di storia contemporanea all'Università statale di Milano. L'aula è piena, il prof. Rumi è in cattedra e sta parlando della prima guerra mondiale a noi studenti pubblico silenzioso. Nella mia testa insiste da mezz'ora un pensiero: da qualche parte ho letto che in quel periodo le donne, chiamate a sostituire nelle fabbriche gli uomini-soldati o impegnate in opere di assistenza, ottengono un inedito protagonismo sociale. E che poi sarà difficile farle tornare a casa e far loro dimenticare la questione del voto, per cui stanno lottando da almeno trent'anni. Il prof. non lo sta dicendo, a me sembra fondamentale e vorrei che lo dicesse, perciò alzo la mano e faccio la mia domanda: "professore ho letto che...". Lui mi stronca con un taglio netto: "lasciamo perdere queste storie femministe". Congelamento rapido, ibernazione del dibattito.

Leggi tutto...
 
Vaginoplastica e vagine elastiche PDF Stampa E-mail
rubriche - Natura è cultura

No, anche la vagina no! E’ la mia prima reazione ad una notizia inglese rilanciata in Italia dal sito di Repubblica, in cui si cita una nuova tendenza della chirurgia estetica. Beh… ma perché no, mi dico in seconda battuta. Seni, glutei, braccia, gambe, ventre, labbra, zigomi, fianchi, ginocchia, caviglie… la sequenza del corpo femminile bionico è già lunga. La migrazione della ciccia a scopo estetico è stra-nota, già reale per tante altre parti e funzioni del nostro involucro di carne. E dunque perché non anche lì dove “non batte il sole”? Inseguo il punto di domanda come un segugio.

Leggi tutto...
 
La dea e la politica PDF Stampa E-mail
rubriche - Natura è cultura

durgaDa un lato la dea, cioè il femminile tramandato da simboli e miti da prima dell'avvento delle religioni e delle società patriarcali. Dall'altro le donne nella storia delle società patriarcali. Femminilità simbolica e femminilità storica.
E se provassimo a tenerle insieme, queste due prospettive? Come due angoli di osservazione sul medesimo oggetto, due fuochi di attenzione che possano illuminare parti o snodi di una complessità - l'umano, mai fino in fondo conoscibile, perché mai interamente visibile a sé se non di parte in parte.

Il femminile simbolico impresso nella dea e il genere iscritto nella storia delle relazioni fra i sessi sono i due punti di vista che Susanna Fresko evidenzia nel suo articolo sul recente convegno all'Università Bicocca "La dea impensata. Fine del patriarcato e immaginario femminile”. Susanna è stata colpita, oltre che dall'atmosfera del convegno (un ineffabile corporeo, l'atmosfera) dalle domande sollevate dall'intervento di Lea Melandri nel contesto delle altre relazioni.

Leggi tutto...
 
Paziente versus struttura PDF Stampa E-mail
rubriche - Natura è cultura

neckerIl signor G. è ricoverato per un periodo in un’Unità riabilitativa ospedaliera. Nel caso specifico, la struttura di riabilitazione è adiacente a una R.S.A., cioè una residenza sanitaria assistenziale che ospita per un periodo definito persone non autosufficienti che non possono essere assistite in casa o che hanno bisogno di terapie specifiche.

Leggi tutto...
 
Ma qual è la radice dell'autodeterminazione? PDF Stampa E-mail
rubriche - Natura è cultura

Accadeva trent'anni fa. Il 17 maggio 1981 l'88,40% votarono no all'abrogazione della legge 194 del 1978 che aveva depenalizzato l'aborto in Italia. La legge rimase, interrompere una gravidanza non sarebbe più stato reato. Che senso ha parlarne ancora, ormai dovrebbe essere acquisito: si nasce solo nell'accoglienza di una scelta. Si viene al mondo solo con un sì, e non un sì neutro, ma un sì declinato al femminile.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2
Design and SEO by Webmedie
SEO Bredbånd Udvikling Internet